Consigli sulla cura dei capelli ricci in inverno

0
440
cura capelli ricci inverno
Cheerful stylish afro hair woman portrait under the snow at winter mountain road. Female wearing warm clothes and gloves.

Care Curly girls, come probabilmente chi ci segue sul nostro blog Taglicapelliricci già sa, abbiamo parlato in questo articolo di come prendersi cura dei capelli ricci in estate, fornendovi utili consigli per mantenere al top la vostra chioma e proteggerla dai danni arrecati dalle “scorpacciate” di sole e dall’acqua di mare… Ma cosa dire, invece, della cura capelli ricci in inverno?

Con l’inverno ormai alle porte, è buona regola, anche in questo caso, mettere al riparo i propri ricci dai tipici problemi legati a questa stagione fredda quali: umidità, aria secca, mancanza di sole e, negli inverni più rigidi, neve.

Lo sapevate che in inverno i capelli ricci sono più fragili?

Se la risposta è no, allora vi consigliamo di leggere le prossime righe…

Premesso che i capelli ricci tendono già ad essere secchi per natura, in inverno la situazione si complica ancora di più in quanto le basse temperature e l’aria molto secca tendono a inaridire i ricci ulteriormente. Il risultato, come potete immaginare, ovviamente sono i capelli crespi.

I capelli crespi, di conseguenza, essendo costituiti, nel fusto, da spirali molto strette che quindi limitano la libera circolazione del sebo, l’”antidoto” alla secchezza, risultano così doppiamente fragili e inclini alla rottura.

La conseguenza dunque è che, anche in inverno, così come in piena estate, i capelli ricci necessitano di maggiore attenzione e cura, onde evitare gli spiacevoli danni dovuti a questa vulnerabilità.

Ecco quindi un breve ma conciso “Vademecum” per gestire al meglio la cura capelli ricci in inverno da parte di I Love Riccio:

REGOLA NUM 1: Parola d’Ordine “Idratazione”

 

Come in estate, anche d’inverno, i capelli vanno idratati costantemente, fornendo loro quella componente acquosa che permette di non seccarsi troppo assieme, naturalmente, alla componente emolliente, che invece servirà ad ammorbidirne il fusto.

L’ideale è, durante i lavaggi, utilizzare una cleansing cream che, in quanto “crema lavante” deterga il capello idratandolo e ammorbidendolo allo stesso tempo.   Se non sai quale scegliere, fai un salto sul nostro shop online! 

REGOLA NUM 2: Nutrimento

 

In abbinamento alla cleansing cream, consigliamo di scegliere un prodotto ricco di proteine o di oli vegetali, come, ad esempio, una maschera idratante ma dalla formula leggera e non troppo grassa per non appesantire troppo la chioma. Suggeriamo questo prodotto. Consigliamo di fare la maschera una volta alla settimana per capelli crespi ma non troppo danneggiati e 2 volte per capelli invece già indeboliti.

REGOLA NUM.3: Proteggi i tuoi ricci con i cappelli adeguati

 

cura capelli ricci in inverno

In caso di giornate all’insegna della pioggia, o peggio, della neve, consigliamo di proteggere i propri capelli ricci corti o lunghi con un cappellino o una fascia in modo tale da preservarli dall’eccessiva umidità. Attenzione però che non tutti i cappellini sono uguali! Per le ricce, visto che l’effetto crespo è sempre alle porte, sarebbe meglio evitare cappelli di materiali sintetici (tipo quelli misto lana) o cappelli proprio di lana perché favoriscono i capelli crespi e creano attrito rendendo i ricci “elettrici” e annodati. 

Tuttavia, se proprio all’effetto lana non si può rinunciare, meglio propendere per un cappello in pura lana (e quindi non con una parte sintetica) o cashmere, seppure anche questi materiali siano al limite. Il top sarebbe invece un cappellino di seta o raso o, ancora meglio, per fronteggiare il clima rigido, un cappello di lana con rivestimento interno di seta o raso. Anche se sono ancora pochi, questo tipo di cappelli “curly friendly” stanno aumentando quindi il consiglio è di procurarvene uno.

 Se questo tipo di cappello non riuscite proprio a trovarlo, portare sotto quest’ultimo una fascia in seta o raso potrebbe essere una buona soluzione. Ultimo accorgimento… Attenzione che il cappello non sia troppo aderente, se lo fosse, l’effetto “annulla ricci” è garantito!

REGOLA NUM. 4: Quando uscite e prima di mettere il cappello, verificate che i vostri ricci siano ben asciutti!

 

Che abbiate dei tagli capelli ricci corti o dei tagli capelli ricci lunghi, tenete ben presente che, d’inverno, questi dovrebbero sempre essere BEN ASCIUGATI prima di uscire di casa e soprattutto mettersi un cappello. Il problema, infatti, di uscire a capelli ricci umidi e, soprattutto di mettersi sopra un cappello, è il creare quell’odioso effetto piatto che, già di per sé, tendono a creare tutti i copricapi. La buona regola è quindi sincerarsi che i propri capelli ricci siano completamente asciutti.

REGOLA NUM.5: Porta con te uno spray ravviva ricci

 

Infine, l’ultima regola che vi invitiamo a seguire è quella di portarvi dietro, quando uscite, uno spray ravviva ricci. Usarlo è facile, basta spruzzarne un po’ a testa in giù massaggiando lievemente con le mani i ricci così da creare volume. 

Bene, i nostri consigli per mantenere i capelli ricci d’inverno sono terminati, speriamo di esservi stati utili per poter affrontare nel migliore dei modi la stagione fredda che si avvicina!

Intanto, v’invitiamo a seguirci sempre sul nostro blog Taglicapelliricci per poter restare costantemente aggiornate sulle nostre novità, prodotti e consigli!

Lo Staff I Love Riccio