Tinta hennè per capelli ricci

0
997

Nel nostro articolo tinte bio per capelli ricci, abbiamo ampiamente parlato di quanto sia importante, per tutti i tipi di capelli ma soprattutto per chi ha una chioma riccia, affidarsi a tinte rigorosamente naturali che quindi non danneggino i capelli e il cuoio capelluto.

Questo perché la colorazione dei capelli oggi può dirsi, a tutti gli effetti, un momento importante nella vita di tutti i giorni per un numero sempre più grande di persone.

Se infatti prima era prerogativa solo delle cosiddette “signore” sottoporsi alle tinte per coprire gli antiestetici capelli bianchi, oggi le persone che hanno deciso di cambiare il proprio colore di capelli, più o meno frequentemente, sono davvero di tutti i tipi, dalle ragazze più giovani a uomini di diverse età.

La risposta del mercato a questa tendenza è infatti esponenzialmente aumentata, spaziando dai prodotti più professionali e di “nicchia” -per lo più utilizzati dal parrucchiere- a quelli più comuni magari presi al supermercato.

In una “giungla” quindi come quella delle tinte è davvero difficile riuscire a destreggiarsi per scegliere il prodotto più indicato e meno pericoloso per la salute dei propri capelli.

Perché allora non affidarsi, per stare tranquilli, alle tinte naturali? La risposta che oggi vogliamo dare interessa in particolare un preciso tipo di soluzione: la tinta Henné per capelli ricci, la migliore, senza dubbio alcuno, delle tinte bio per capelli ricci. Ma prima un po’ di storia…..

Foto henné in polvere

l’Hennè, scientificamente conosciuto come Lawsonia Inermis, deve questo nome, da un lato, al noto medico inglese John Lawson che nel 1709 descrisse per la prima volta questa pianta in un libro pubblicato a Londra, dall’altro alla sua caratteristica assenza di spine che trova spiegazione proprio nella parola “inermis”.

Originaria delle regioni calde subtropicali e degli altipiani dell’Africa centro-orientale, la Lawsonia, è coltivata soprattutto in India, Tunisia, Egitto, Sudan, Arabia, Iran, Cina e in Florida e può sopravvivere addirittura oltre 100 anni.

Il suo utilizzo risale ad un periodo molto antico della nostra civiltà: basti bensare che tracce di Henné sono state ritrovate addirittura nelle tombe dei Faraoni Egizi sulle unghie delle mummie!

Oggi le foglie di Lawsonia, seccate e adeguatamente polverizzate, sono utilizzate in moltissimi campi: dalla cosmesi alla medicina fino ad arrivare ad alcune cerimonie religiose per decorare le mani e i piedi con particolari disegni rituali.

Foto henné mani

Noto per le sue proprietà astringenti e antimicotiche, l’Henné infatti ha un potere prima di tutto curativo, perfetto contro infiammazioni ed eruzioni della pelle, quali herpes, foruncoli, scottature, ma anche contro ematomi e forfora.

Un prodotto dunque così valido a livello curativo non può che essere la scelta migliore per i nostri capelli, non trovate?

Se vi abbiamo convinto allora entriamo dal vivo della tinta Henné per capelli ricci focalizzandoci in particolare su come, se verrete nei nostri saloni, noi di I Love Riccio utilizzeremo questo efficace prodotto.

Ecco come faremo (prodotto utilizzato: COLORAZIONE NATURALE EOS WELLA):

Dopo uno shampoo neutro, senza tensioattivi o schiumogeni e la tamponatura dei capelli con un asciugamano in microfibra, applicheremo l’Henné sui capelli umidi miscelando 30 g di polvere vegetale con circa 150ml di acqua calda (70°C circa).

La miscela verrà applicata dalla base alle punte e lasciata in posa dai 30 ai 50 minuti, a seconda della struttura dei capelli e del risultato desiderato.

In caso di ricrescita: applicheremo prima la crema colorante alla base lasciandola in posa 25-30 minuti e poi, terminato il tempo, applicheremo una nuova miscela di colore su lunghezze e punte che stavolta rimarrà sui capelli per circa 10-15 minuti.

Successivamente emulsioneremo con acqua tiepida e risciacqueremo fino a quando l’acqua non apparirà limpida. Il risultato finale potrà essere più chiaro o più scuro in base all’effettivo colore di partenza.

Foto henné in polvere

Se vi state chiedendo che tipi di colore siano praticabili con l’Henné siamo felici di dirvi che i colori a vostra disposizione sono davvero tanti e coprono tutte le tonalità naturali dei capelli: dal biondo al rosso fino ad arrivare al castano.

Qualche esempio? La tonalità Zenzero, una biondo molto naturale che è perfetto per chi vuole dare più personalità al suo colore chiaro, la tonalità Zafferano, un rosso luminoso e scuro o ancora la tonalità Noce Moscata, una cromìa ideale per chi vuole avere un castano pieno e intenso.

Shop tagli capelli ricci - e-commerce I love Riccio

E infine, non mancherà nemmeno l ‘Henné Neutro, una tipologia di henné incolore che viene usata principalmente come rimedio naturale per i capelli sfibrati e fini.

Grazie alle sue proprietà antifungine e antibatteriche, questo tipo di henné è in grado di agire da perfetto ristrutturante per i vostri capelli, senza modificarne in alcun modo il colore ma semplicemente rafforzandoli e rendendoli più sani. Provare per credere!