Ecco 10 trucchi che ti cambieranno la vita con i tuoi capelli ricci!

0
973

Cari/e Curly Lovers,

oggi vorremmo raccontarvi, in estrema sintesi, 10 astuzie che vi aiuteranno a mantenere i vostri capelli ricci sempre al TOP.

Sul nostro portale sono già numerosissimi i consigli che, in questi anni, vi abbiamo dato per curare i vostri capelli, ma ci siamo resi conto che probabilmente un “vademecum”, che sintetizzi in poche righe tutte le regole da osservare per fare in modo che i propri ricci siano sempre al Top, è la soluzione migliore e più efficace per non sbagliare mai!

Ecco che quindi abbiamo deciso di condensare, “il meglio dei consigli di I Love Riccio” in quest’articolo, così da potervi aiutare ad avere una guida, sempre “pronta” all’uso, da leggere all’occorrenza.

Banner metodo di tagli capelli ricci x-curl

Se siete curiosi di sapere quali sono le nostre “regole d’oro” da osservare per avere sempre una chioma perfetta e naturalmente riccia, vi invitiamo a leggere le prossime righe…

Pronti? Allora cominciamo!

 

REGOLA NUM. 1 : Le dita come la migliore “arma” per districare i propri capelli

Quando districhi i capelli, cerca di utilizzare le dita piuttosto che la spazzola o il pettine, in quanto solo queste ultime garantiscono ai ricci una maggiore protezione evitando rotture e appiattimenti dei boccoli. Non ce le fai con le dita? Allora scegli un pettine a denti larghi, potrebbe essere un buon compromesso all’utilizzo delle mani. Un ultimo suggerimento: Meglio districare i capelli sotto la doccia, in presenza di un bel quantitativo di balsamo, in modo da ridurre al minimo i nodi e il “trauma” sul cuoio capelluto.

 

REGOLA NUM. 2 : Per i lavaggi, alterna lo shampoo ad una buona Cleansing Cream

Quando lavi i capelli, ti consigliamo, oltre che utilizzare esclusivamente uno shampoo per i capelli ricci, di alternare l’uso di quest’ultimo a quello di una cleansing cream. In quanto crema lavante, è molto più idratante dello shampoo ed è un “toccasana” soprattutto in caso di capelli molto ricci e tendenti al crespo. Morbida ed emolliente, la cleansing cream fa le veci di shampoo e balsamo insieme, unendo l’azione pulente a quella idratante.

 

REGOLA NUM. 3 : Utilizza sempre il condizionatore, prima o dopo lo shampoo

Per chiunque abbia i capelli ricci, il balsamo, o meglio il condizionatore, è necessario quanto indispensabile per dare la giusta idratazione ai capelli. Lo si può utilizzare dopo lo shampoo oppure, nei casi di forte secchezza dei capelli, addirittura prima. Nei casi più “disperati”, è possibile addirittura saltare la fase dello shampoo e passare immediatamente a quella del condizionatore… oppure, come già indicato, della cleansing cream.

 

REGOLA NUM. 4 : Se hai i capelli molto crespi, quando sciacqui il balsamo, cerca di non eliminarlo del tutto

Durante la fase di risciacquo dei capelli, in particolare quella finale dopo il balsamo, ti consigliamo, soprattutto se hai i capelli particolarmente crespi, di non lavarlo via del tutto con l’acqua. Questo ti aiuterà a mantenere i capelli più morbidi.

 

REGOLA NUM. 5 : Nella fase di pre-asciugatura dei capelli, abbandona l’asciugamano di spugna in favore di un telo in microfibra

Anche questo l’abbiamo ribadito più volte e, dunque, non poteva certo mancare nel nostro vademecum. Prima dell’utilizzo del phon – nei mesi più freddi – o dell’aria aperta – nei mesi più caldi – per asciugare i capelli, ti consigliamo di sostituire il classico asciugamano di spugna e/o cotone con un telo in microfibra. L’asciugamano in spugna infatti è uno dei conduttori maggiori di elettrostaticità nonché tra i massimi facilitatori dell’effetto crespo. Quello in microfibra, al contrario, garantisce l’eliminazione di questi rischi.

Telo microfibra

REGOLA NUM. 6 : Nella fase di asciugatura dei capelli con il phon, prediligi sempre un calore tiepido e non dimenticarti del diffusore

Questo si spega da sé. Le temperature troppo calde rovinano i capelli rendendoli più deboli e secchi, quelle tiepide invece no. Il diffusore invece favorisce il volume dei capelli e sviluppa meglio il riccio.

 

REGOLA NUM. 7 : Usa la giusta crema o il giusto gel styling per definire i tuoi ricci

I ricci, per essere perfettamente definiti, necessitano di un “aiutino” in più dopo le operazioni di lavaggio che ne faciliti il mantenimento della forma. Si tratta delle creme styling o dei gel. Ne esistono diversi, ma quelli di I Love Riccio hanno una marcia in più: non creano l’effetto bagnato o rigido e lasciano i capelli incredibilmente naturali…quindi… non ti resta che provarle!:-)

 

REGOLA NUM. 8: Night routine per i capelli: perché anche di notte i ricci vanno protetti

Quando vai a dormire, abituati a proteggere i capelli con i metodi descritti in questo articolo. Questi accorgimenti eviteranno che, per effetto della gravità, i capelli diventino crespi e che siano danneggiati dall’elettrostaticità creata dallo sfregamento notturno sul cuscino. A questo proposito, ti ricordiamo che la migliore soluzione per “dormire sonni tranquilli” e non risvegliarsi con una specie di “nido” al posto dei ricci, è la sostituzione della federa in cotone del cuscino con un’altra in seta o raso.

 

REGOLA NUM. 9: Impara ad utilizzare gli oli per i capelli

Una buona abitudine per chi possiede i capelli ricci o riccissimi è quella di applicare periodicamente dell’olio per i capelli che idrati la chioma in maniera continuativa. Lo consigliamo soprattutto nei mesi estivi, quando i capelli, esposti ai raggi UV e ai numerosi bagni di sale, rischiano di bruciarsi e seccarsi in maniera eccessiva.  Tra gli oli più utili per rivitalizzare e proteggere i capelli, ci sono quelli di Cocco, d’ Avocado e di Lino.  Se hai i capelli molto secchi, strofina l’olio sulle punte per assicurare loro maggior lucentezza.

Olio capelli ricci

REGOLA NUM.10: Evita di usare cappellini o elastici stroppo stretti

Infine, un consiglio che ci sentiamo di dare a tutti/e i ricci e le ricce è di evitare di usare cappellini troppo stretti, magari pure di lana, che costringano i ricci a mantenere una “costrizione” innaturale e che, strofinandoli ripetutamente favoriscano nodi e crespo. Lo stesso vale per gli elastici. Da bandire assolutamente quelli con la chiusura in metallo, e quelli legati troppo stretti, perché favoriscono lo spezzarsi dei capelli. Via libera invece a quelli morbidi e di tessuto, che, se lasciati larghi al punto giusto, non rovinano in alcun modo i capelli. Lo stesso vale per i cappelli, meglio prediligerli larghi o cmq non troppo “appiattenti” per la chioma.

Con il decimo consiglio abbiamo terminato il nostro “vademecum del riccio”. Speriamo di esservi stati utili!

Alla prossima con altre interessanti novità I Love Riccio!