Capelli ricci crespi, le 3 cose da non fare

0
21262
Capelli ricci crespi, le 3 cose da non fare

Cloro, caldo e salsedine rendono l’estate la stagione peggiore per i capelli ricci perchè li rende piatti, sfibrati e, soprattutto, crespi

Avere i capelli crespi, per una ragazza riccia, significa trovarsi di fronte ad una massa di ricci indefinita, con un taglio che non ne valorizza la forma, lasciando la chioma indefinita e senza quel naturale volume tipico dei capelli ricci, non riuscendo quindi ad apprezzare il valore dei propri capelli.

A volte non basta nemmeno avere di base un bel riccio in termini di spessore o ondulazione, se questo non viene valorizzato con il taglio giusto che ne dia le proporzioni corrette per il vostro viso, o viene danneggiato con colorazioni nate per capelli lisci, anche se bello di natura diventa brutto.

Vediamo insieme quali sono le accortezze da tenere per mantenere i propri ricci voluminosi, nutriti e lontani dall’effetto crespo e, soprattutto, quali sono quei comportamenti assolutamente da evitare.

 

1) Non bisogna sfoltirli

Non fateveli sfoltire o sfilare, questa tecnica di lavoro, nata per i capelli lisci, è devastante sui ricci perché ne apre la cuticola e li rende crespi, aumentando la sfaldatura.

 

2) Evitare le decolorazioni

Le forti decolorazioni tendono ad indebolire i vostri ricci e, come vi sarete certamente accorte, se la colorazione non viene ritoccata o comunque rinnovata, può portare a delle sgradevoli sfumature biancastre o giallastre, con capelli molto opachi e decisamente antiestetici.

Lo stesso può avvenire con le tinte rosse, sempre conseguenti a decolorazioni, che, a loro volta, dopo diverso tempo, lasciano delle terribili striature arancioni-giallastre sui ricci  rendendoli, oltre che di un colore molto discutibile, anche stopposi e opachi.

Altra cosa che assolutamente non deve essere fatta è lo shatush, o tutti quei metodi nati per schiarire i capelli lisci. Come potete immaginare, sono trattamenti nati per una tipologia di capello che poi viene piastrata o lavorata con spazzola e phon, permettendo di nascondere i danni usati da schiariture e decolorazioni.

 

3) Non effettuare trattamenti anticrespo

La terza cosa da non fare assolutamente è la stiratura o i trattamenti che promettono un risultato anticrespo per lunghi periodi. Questi trattamenti stiranti, alla lunga (a volte anche dopo una singola volta), rovinano i ricci, facendoli perdere elasticità e definizione.

 

Seguendo questi consigli, riuscirete a mantenere i vostri ricci ben definiti, voluminosi e decisamente lontani dall’effetto crespo.